Calzoncelli pugliesi – fritti al vincotto con mandorle

Condividi sui tuoi social network :

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Adjust Servings:
per la pasta
300 g farina tipo 00
200 g semola di grano duro
100 ml olio e.v.o.
150 ml vino bianco
per il ripieno
500 g mandorle pelate
100 g zucchero semolato
100 ml Acqua
1 aroma di limone
un pizzico Cannella in polvere
q.b. olio per friggere
per completare
q.b. zucchero a velo
q.b. vincotto

Calzoncelli pugliesi – fritti al vincotto con mandorle

Caratteristiche /Features:
  • Dolci
  • senza burro
  • Senza Lattosio
  • senza uova
  • Vegano
  • Vegetariane
  • 2 h
  • Persone / Porzioni 10
  • Media difficoltà

Ingredienti

  • per la pasta

  • per il ripieno

  • per completare

Procedimento

Condividi
Pubblicità
Condividi / share sui socials

Calzoncelli pugliesi fritti al vincotto

I Calzoncelli pugliesi o “Cuscini degli angeli” sono uno dei dolci più antichi della tradizione natalizia pugliese. Quest’anno con mio marito siamo andati a Bari vecchia proprio per provare quelli preparati dalle notissime massaie che preparano le orecchiette alla velocità della luce.  Una vera bontà. Ovviamente queste massaie non ci hanno svelato la ricetta ma almeno abbiamo scoperto che lì il ripieno è fatto di pasta di mandorle, o comunque con un impasto a base di mandorle. L’impasto invece è  lo stesso delle cartellate modificato solo in pochissimi ingredienti.

calzoncelli pugliesi

I Calzoncelli sono quindi dei dolcetti di pasta fatta con farina olio e vino, in alcuni casi con aggiunta di poco zucchero.

Sono fritti e farciti  a seconda dei luoghi in cui vengono preparati con diversi  ripieni.  Il ripieno classico è fatto con le castagne e  miele. Una signora di Foggia mi ha detto che sua madre li riempiva con la mostarda.

Pubblicità

Possono essere farciti  con ripieno di ceci passati e cioccolato,  o di marmellata di uva o di mele cotogne ed infine con una sorta di pasta di mandorle. Comunque siano farciti possono essere spolverati di zucchero a velo o addirittura passati nel vincotto  di fichi o di mosto caldo.

 

Io ho deciso di realizzare la ricetta con ripieno di mandorle e ve la presento. Ne ho preparata una metà spolverata di zucchero a velo e una metà passata nel vincotto di fichi caldo..

 

Ingredienti dei calzoncelli pugliesi:

Per l’impasto:

Pubblicità

300 g di farina 00

200 g di semola di grano duro

100 ml di olio evo

150 ml di vino bianco

Per il ripieno:

500 g di mandorle spellate

100 ml di acqua

100 g di zucchero

Aroma di limone 1 fiala

Un pizzico di cannella

 

Olio di semi per friggere q.b.

 

Per completare:

vincotto di fichi o di mosto  (io ne ho usato 400 ml)

zucchero a velo

 

Preparazione dei calzoncelli pugliesi

Preparare questi calzoncelli pugliesi è abbastanza complesso ma alla fine otterrete un dolce goloso che vi stupirà.

Preparazione del ripieno

Innanzi tutto frullate le mandorle con parte dello zucchero, impastate le mandorle con parte dell’acqua prevista nella ricetta.

Fate sciogliere la restante acqua e lo zucchero in un pentolino con fondo alto. Quando lo zucchero sarà sciolto aggiungete le mandorle, la cannella e l’aroma di limone. Fate cuocere fino a che l’acqua si sarà asciugata tutta, mescolando sempre per evitare che  il tutto si attacchi alla pentola o che bruci. Fate raffreddare il ripieno e intanto preparate  la pasta.

Preparazione dell’impasto

Io ho utilizzato il mio impastatore

Setacciate le due farine nella ciotola dell’impastatore o nella spianatoia se decidete di preparare la pasta a mano.

Fate una fontana e metteteci  l’olio. Iniziate ad impastare o a far amalgamare dall’impastatore che farà il lavoro pesante per voi.

A questo punto aggiungete il vino e continuate a far amalgamare.

Quando l’impasto sarà pronto, staccare dei pezzetti di pasta, passarli nei rulli della macchina per pasta  (nonna papera). Iniziate dalla prima  tacca e stendete la pasta  passando via via per gli spessori più bassi fino al  numero 6.

Le sfoglie ottenute devono risultare sottili.

Prendete la sfoglia ottenuta e posizionatela sulla spianatoia.

Prendete ora il ripieno di mandorle e con le mani formate dei piccoli rotolini poi staccatene dei pezzetti e distribuiteli sulla sfoglia. Come se stesse formando dei ravioli.

Chiudete bene la pasta facendo uscire l’aria e con una rotella tagliapasta formate i cuscini. Man mano che li preparate disponete i calzoncelli in piatti o vassoi a riposare.

Proseguite fino ad esaurimento del ripieno. Se siete state brave la pasta non rimarrà. Se ciò accadesse  potrete farci delle cartellate seguendo le istruzioni che troverete qui Cartellate

Lasciate riposare qualche ora.

Friggete a questo punto i calzoncelli con abbondante olio di semi.

Ora potrete scegliere se spolverarli di zucchero a velo o terminarli passandoli nel vincotto.

Se avete deciso di spolverarli di zucchero a velo avete terminato la ricetta.

 

Se avete deciso di passarli nel vincotto allora

Prendete una padella non tanto grande e versateci  400 ml di vincotto. Portate a bollore e poi versate nella padella alcuni calzoncelli alla volta. Girateli qualche volta e poi metteteli in piatti foderati di carta da forno disponendoli in un solo strato.

Mano  a mano che il vincotto sarà assorbito dai calzoncelli versatene altro se necessario.

Ed ecco qua i vostri calzoncelli pugliesi fritti al vincotto sono pronti nelle due versioni.

calzoncelli pugliesi fritti

Ricetta e foto ElenaPrugnoli ©copyright – tutti i diritti riservati.

Se provate le mie ricette  non esitate a condividere sulla mia pagina facebook le vostre foto le pubblicherò..

In cucina con Zia Ralù sui social entra e seguimi su :

FACEBOOK cliccate qui IN CUCINA CON ZIA RALU’

PINTEREST  cliccate qui e poi cliccate su segui

Instagram -> cliccate qui e poi su segui

Pubblicità

TWITTER  -> cliccate qui e poi segui

 

(Visited 7.108 times, 1 visits today)

Condividi / share sui socials
Pubblicità

Passaggi

1
Fatto

preparazione del ripieno

Frullate e mandorle e parte dello zucchero e versateci parte dell'acqua della ricetta

2
Fatto

sciolgiete il rimanente zucchero nell'acqua residua e poi aggiungete le mandorle , la cannella e l'aroma di limone

3
Fatto

fate cuocere fino a che l'acqua si asciuga e fate poi raffreddare

4
Fatto

preparazione della pasta

Setacciate farina e semola e aggiungete l'olio. fate impastare

5
Fatto

aggiungete il vino e impastate fino ben amalgamatoottenere u'impasto

6
Fatto

formazione dei calzoncelli

Stendete la pasta con la macchinetta fino a sei e mettete la sfoglia sulla spianatoia

7
Fatto

formate i calzoncelli mettendo il ripieno come se stesse preparando dei ravioli

8
Fatto

fate riposare i calzoncelli fatti in piatti o vassoi

9
Fatto

frittura e farcitura con vincotto

friggete i calzoncelli e poi metteteli su carta assorbente.

10
Fatto

mettete il vincotto in una padella e portate a bollore. poi metteteci i calzoncelli pochi alla volta.

11
Fatto

fate ben condire da entrambi i lati e poi scolate i calzoncelli e metteteli in un piatto foderato di carta da forno

12
Fatto

ecco i calzoncelli con vincotto e con zucchero a velo

Elena Prugnoli

Salve a tutti e ben trovati nel mio blog di cucina. Mi chiamo Elena Prugnoli e cucinare è la mia passione. Le ricette che troverete qui sono tutte provate, collaudate e approvate da chi ha avuto il piacere di assaggiarle. Vi auguro di poter trovare in questa pagina spunti per le vostre ricette e se vorrete darmi consigli o fare appunti sappiate che saranno sempre ben accetti perché in fondo in cucina non si finisce mai di imparare............

alberelli dolci con le ciliegie candite
ricette / articoli più recenti
Alberelli dolci con le ciliegie candite
alberelli al cioccolato glassati
ricette/articoli meno recenti
Alberelli al cioccolato glassati all’arancia
alberelli dolci con le ciliegie candite
ricette / articoli più recenti
Alberelli dolci con le ciliegie candite
alberelli al cioccolato glassati
ricette/articoli meno recenti
Alberelli al cioccolato glassati all’arancia

2 Commenti Nascondi commenti

Aggiungi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »