Intorchiate pugliesi – dolci con mandorle

Condividi sui tuoi social network :

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Adjust Servings:
250 g farina tipo 00
80 g zucchero semolato
75 g vino bianco
60 ml olio e.v.o.
30 g burro
6 g lievito per dolci istantaneo
1 g sale
per completare
q.b. mandorle sgusciate
q.b. zucchero semolato

Intorchiate pugliesi – dolci con mandorle

Features:
  • Dolci

Le intorchiate pugliesi sono dei dolcetti pugliesi veramente ottimi con mandorle intere sopra

  • 1 h
  • Persone / Porzioni 16
  • Facile

Ingredienti

  • per completare

Procedimento

Condividi
Pubblicità
Condividi / share sui socials

Intorchiate pugliesi dolci con mandorle

Le intorchiate pugliesi sono dei dolcetti pugliesi veramente ottimi, quasi un sostituto regionale del cantuccio toscano. Dolcetti golosi da gustare con liquori a fine pasto o anche insieme al tè nel pomeriggio.

Si preparano con pochissimi ingredienti quali farina, olio evo, vino bianco, zucchero. Sono molto friabili, dalla caratteristica forma a treccia, decorati con mandorle tostate e zucchero semolato. Io che sono di origine laziale potrei paragonarli alle amatissime ciambelline alla cannaiola.

intorchiate pugliesi

Sono dolci della tradizione semplici e buonissimi

Pubblicità

Ingredienti per 14 – 16 intorchiate pugliesi:

250 g di farina 00
80 g di zucchero
75 g di vino bianco secco
60 ml olio evo
30 g di margarina (burro o strutto)
6 g di lievito per dolci
1 pizzico di sale (1 g)

Per completare:
mandorle sgusciate
zucchero semolato

 

Preparazione delle intorchiate pugliesi

Preparare le intorchiate pugliesi è semplice e veloce.

Pubblicità

Per l’impasto di questi dolcetti versare in un contenitore il vino e l’olio e mescolare con una frusta o con una forchetta. Setacciate la farina con il lievito e aggiungetela poca alla volta all’olio e vino mescolando bene.

Quando l’impasto diventa lavorabile a mano aggiungete lo zucchero e la margarina (o burro o strutto) a temperatura ambiente e continuate ad amalgamare.

Trasferite ora l’impasto su una spianatoia e impastate il tutto con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo e una pasta liscia ed elastica.

Prelevare delle piccole parti di pasta (dai 26 g  ai 30 g ) e formare dei bastoncini sottili lunghi circa 20 cm, piegare ciascuno a metà e avvolgerlo su se stesso due volte per ottenere la classica forma a treccina. Vicino ad ogni incrocio, per la precisione nella parte vuota,  incastrare una mandorla intera (3 per ogni dolcetto).

Disponete ora poco zucchero semolato in un piatto piano e intingere nello zucchero semolato le vostre intorchiate.

Disponete le intorchiate su una teglia rivestita di carta forno.

Una precisazione, potrete anche prima incrociare ogni bastoncino e poi passare il dolcetto nello zucchero semolato quindi disporre le intorchiate nella teglia e solo a questo punto incastrate le mandorle vicino ad ogni incrocio.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 25 – 30 minuti; devono diventare ambrati sul fondo e coloriti sopra ma non fateli bruciare mi raccomando.

Ed ecco qua le vostre intorchiate pugliesi sono pronte per essere gustate

intorchiate pugliesi

 

Si conservano bene e a lungo in sacchetti di plastica per alimenti o in barattoli per biscotti a chiusura ermetica.

 

Ricetta e foto ElenaPrugnoli ©copyright – tutti i diritti riservati.

Se provate le mie ricette  non esitate a condividere sulla mia pagina facebook le vostre foto le pubblicherò..

In cucina con Zia Ralù sui social entra e seguimi su :

FACEBOOK cliccate qui IN CUCINA CON ZIA RALU’

PINTEREST  cliccate qui e poi cliccate su segui

Instagram -> cliccate qui e poi su segui

TWITTER  -> cliccate qui e poi segui

Telegram -> unisciti alla mio canale cliccando qui

Pubblicità

Se vuoi vedere altre ricette Pugliesi clicca qui -> RICETTE PUGLIESI

 

(Visited 12.924 times, 1 visits today)

Condividi / share sui socials
Pubblicità

Passaggi

1
Fatto

versare in un contenitore il vino e l'olio e mescolare con una frusta o con una forchetta. Setacciate la farina con il lievito e aggiungetela poca alla volta all’olio e vino mescolando bene.

2
Fatto

Quando l'impasto diventa lavorabile aggiungete lo zucchero e la margarina (o burro o strutto) a temperatura ambiente e continuate ad amalgamare.

3
Fatto

Trasferite ora l’impasto su una spianatoia e impastate il tutto con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo e una pasta liscia ed elastica.
Prelevare delle piccole parti di pasta (dai 26 ai 30 gr ) e formare dei bastoncini sottili lunghi circa 20 cm, piegare ciascuno a metà e avvolgerlo su se stesso due volte per ottenere la classica forma a treccina; vicino ad ogni incrocio incastrare una mandorla intera (3 per ogni dolcetto).

4
Fatto

Disponete ora poco zucchero semolato in un piatto piano e intingere nello zucchero semolato le vostre intorchiate. Disponete le intorchiate su una teglia rivestita di carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 25 - 30 minuti; devono diventare ambrati sul fondo e coloriti sopra ma non fateli bruciare mi raccomando.

5
Fatto

Una precisazione, potrete anche prima incrociare ogni bastoncino e poi passare il dolcetto nello zucchero semolato quindi disporre le intorchiate nella teglia e solo a questo punto incastrate le mandorle vicino ad ogni incrocio.

crostata di ricotta
post precedenti
Crostata di ricotta alla romana
ciambelle fritte alle patate
post successivi
Ciambelle fritte alle patate
crostata di ricotta
post precedenti
Crostata di ricotta alla romana
ciambelle fritte alle patate
post successivi
Ciambelle fritte alle patate

6 Commenti Nascondi commenti

Non ho mai assaggiato questa ricetta, voglio davvero provarla perchè sono molto invitanti

Da pugliese verace faccio i miei complimenti. Una sola osservazione se si può usare l’olio

Aggiungi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »